Mondiali Antirazzisti 2007

Si è
conclusa l’ undicesima edizione dei Mondiali Antirazzisti
L’Andalucia
sovrana dei Mondiali

Fonte:
 
http://www.mondialiantirazzisti.org

La Coppa più importante quella Mondiali Antirazzisti va all’organizzazione spagnola Cepa Andalucia,
per il suo impegno quotidiano a Cadice in attività antirazziste fuori e dentro
lo stadio, con il loro centro di aggregazione. Inoltre, per la disponibilità
dimostrata in questi anni di Mondiali a partecipare attivamente alla nostra
festa, organizzando quest’anno i “giochi demenziali” durante la football pause,
ma soprattutto rendendosi disponibili da subito ad andare a giocare al carcere
minorile. La coppa è stata consegnata dal Sindaco di Casalecchio Simone
Gamberini.

La Coppa Amici da anni viene data non
solo alle squadre che vengono al torneo, ma a tutti quelli che sostengono
attivamente la manifestazione. Quest’anno sicuramente meritata la coppa è
andata al
Comune di
Casalecchio
ed è stata ritirata da Piero Gasperini Assessore allo Sport e
Presidente del Centro Bologna Club, da Francesco Borsari e Paola Bignami
dell’Assessorato allo Sport. L’amministrazione tutta si è impegnata per far sì
che questi Mondiali avessero le migliori condizioni per svolgersi. Lo
spostamento da Montecchio è stata una scommessa che è stata sicuramente vinta,
come si è sentito nelle parole dei partecipanti e dei cittadini di Casalecchio.
Va ricordato comunque l’ottimo rapporto mantenuto con l’Amministrazione di
Montecchio, che ieri stata presente con l’Assessore allo Sport Azio Minardi.

La Coppa Fair Play è stata assegnata ai ragazzi dell’Horda Frenetic Metz, perché da 4 anni vengono
ai Mondiali senza mai vincere una partita e nonostante tutto ogni volta fanno
festa come se avessero vinto. Quest’anno sono riusciti a pareggiare una gara
segnando il primo gol e hanno vinto l’amichevole, disputata con gli Horda
Azzurro di Jena (loro quasi omonomi) per decidere chi può tenere il nome.
Ovviamente il tutto nel puro spirito giocoso dei Mondiali.

La Coppa
Chilometri
anche quest’anno non poteva che andare ai texani di
Austin e visto che sono venuti con ben due squadre il premio quest’anno lo
vincono gli Atx United.

Per il tifo colorato, ma sempre nel pieno
rispetto dell'avversario, per i cori e l'impegno antirazzista fuori e dentro lo
stadio la Coppa Ultrà viene
data ai Rude Boys Sampdoria, che sul
palco hanno festeggiato insieme agli organizzatori, c’è da ricordare anche che
alcuni dei componenti della squadra hanno anche lavorato ai bar.

Presenti da 6 anni e sempre disponibili ad
aiutare l’organizzazione pulendo l’area ristorante tutte le mattine, nonostante
aver fatto festa tutta notte, la Coppa Fedelissimi
è andata agli Ultras Marseille.

La Coppa Piazza Antirazzista premia il miglior materiale autoprodotto ed è
stata consegnata ai Diablos Leutzsch di
Lipsia
.

La Ciak Coppa promossa e premiata
dalla D.E-R (Documentaristi
Emilia-Romagna) è stata consegnata al gruppo dei Rotenburger Amateur Fussballer che hanno vinto un video
autoprodotto sul movimento neonazista in Germania.
 

Quest’anno per la prima volta si è svolto un Concorso Fotografico per premiare la
migliore immagine rappresentativa dello spirito dei Mondiali. La giuria formata
dai nostri fotografi ufficiali Antonio e Felschi ha deciso di premiare Chiara di Amnesty International Bologna,
con un libro fotografico sui Mondiali.

La Coppa
Invisibili
viene consegnata a coloro che non possono essere presenti
ai Mondiali per diverse ragioni. Nel 2006 la coppa è andata ad un gruppo di
ragazzi arrestati l’anno scorso durante una manifestazione antifascista a
Milano e che quest’anno fortunatamente sono riusciti a venire a ritirarla
perché hanno partecipato ai Mondiali. Purtroppo anche per questa edizione la Coppa Invisibile
è andata a tutti quelli che sono stati bloccati alle frontiere per problemi
burocratici (e a volte pensiamo per pregiudizi) che gli hanno impedito di
ottenere il visto. In rappresentanza sono stati premiati i ragazzi del Congo (dell’Associazione LISPED) e quelli dell’Ucraina (dell’Associazione World Peace).

Prima di passare alla premiazione del torneo
di calcio, sono state assegnate le coppe per gli altri tornei sportivi.

Il Basket
è stato vinto dai bolognesi Orfani di Mc
Caskill
che in finale hanno battuto un’altra squadra di Bologna, mentre la Coppa
Basket

Antirazzista
è andata agli Easton
Cowboys e Cowgirls di Bristol
, per aver meglio interpretato lo spirito del
torneo. Ricordiamo che il torneo è stato organizzato dagli ultras del Siena basket.

La Coppa Volley Antirazzista è stata vinta dagli XM24 di Bologna, che però si sono anche contraddistinti per il loro
look originale e sicuramente pittoresco: guepiere e calze a rete!

La Coppa Cricket Antirazzista è andata ad un gruppo di ragazzi pakistani di
San Giovanni in Persiceto.

E per finire spazio al calcio al 3° posto si sono classificate le Antifa Brigade Berzig, una squadra
mista di Berlino e Lipsia, dove militano anche Philip dell’Ufficio Stampa e
Navid che ha realizzato la grafica del poster dei Mondiali.

Al
posto
la multietnica di Sarajevo Ac
Stolac Bosnia United
, venuti qui grazie al sostegno del Luxembourg Against Racism e della FARE.

La coppa del torneo di calcio e quella del torneo
femminile
sono state consegnate insieme dal Sindaco Gamberini e dal
Presidente Regionale UISP Vincenzo Manco e sono andate rispettivamente al Roter Stern Innsbruck e alle berlinesi
del Elke An Die Murmel, che hanno
festeggiato insieme sul palco a ritmo di ska.

Ricordiamo che le coppe sono offerte dall’ Associazione Araba di Novellara e che
la fase finale del torneo si è disputata solamente ai rigori, per ribadire lo
spirito assolutamente non competitivo dei Mondiali.

Qualche
numero per dare la dimensione dell’evento
:

Partecipanti: si è andato oltre
l’aspettativa delle 5.000 presenze, sfiorando quota 7.000 e ben 3.000 sono stati i campeggiatori.

Complice il grande caldo le bevande sono
andate a ruba: 16.000
litri di birra, 15.000 litri di acqua
e 8.000 lattine di bibite – delle quali 3000 nella sola giornata di sabato, per
non parlare della frutta, con un una tonnellata e mezzo di cocomeri e una
tonnellata e tre di arance finite in spremute.

Per quanto riguarda il cibo la cucina italiana
si dimostra sempre gradita, con 400 chili di pasta consumata, a cui si
aggiungono 600 chili di pane e 1.500 piadine.

Chiudiamo con una menzione speciale per tutti quelli che in spirito ogni anno
meriterebbero di vincere la Coppa Antirazzista, per l’impegno e l’aiuto
nell’organizzare i Mondiali: i ragazzi del Bologna, quelli del Modena
infaticabili cuochi del ristorante delle piadine, il TPO Bologna, i ragazzi di
Lipsia e Berlino.

Ringraziamo anche per il sostegno economico
che hanno dato ai Mondiali le squadre di: St. Pauli di Amburgo, Infamous Youth
di Brema, Abseitsfalle Alkohol di Wiesbaden, El Quali di Bologna, Roter Stern
Leipzig, Polisportiva Zelig di Reggio Emilia, 1953 International di Dresda,
Traktor Yolanda, Los Amigos e Always Ultras.

Vi aspettiamo tutti numerosi nel 2008!!!
http://www.mondialiantirazzisti.org/

This entry was posted in calcio /razzismo. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *