Mediterraneo fossa comune

AMNESTY INTERNATIONAL:
IL
MEDITERRANEO STA DIVENTANDO UNA FOSSA COMUNE

Il Mediterraneo "sta diventando una fossa
comune" e negli ultimi mesi si sta assistendo a "un imbarazzante
scaribarile tra gli Stati che vi si affacciano, impegnati piu' a discutere
sulle rispettive responsabilita' che non a salvare vite in pericolo". La denuncia
e' di Amnesty International che,
alla vigilia della Giornata mondiale per i Rifugiati, ha tracciato un primo
bilancio della campagna 'Invisibili' sulle condizioni dei minori migranti
detenuti all'arrivo via mare. "Capita sempre piu' spesso", ha spiegato
Daniela Carboni, direttrice ufficio Campagne e ricerca della sezione italiana
di Amnesty, "che imbarcazioni alla deriva che chiedono soccorso a navi o
pescherecci di passaggio siano lasciate al loro destino da capitani preoccupati
dalle conseguenze del salvataggio". Ma il salvataggio delle vite in mare
"e' un imperativo umanitario, oltre che un'antica consuetudine della gente
di mare", ha continuato l'attivista, "e per questo gli Stati
dovrebbero non solo impegnarsi a fondo nella ricerca e nel soccorso in mare, ma
anche permettere lo sbarco immediato delle persone tratte in salvo".

This entry was posted in razzismo /cpt / migranti /società / movimenti / pace / diritti. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *